Diario di un’avventura con i più piccoli…

La cosa più importante non è tanto che ad ogni bambino deve essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare….

Due settimane fa ho condiviso una bellissima escursione in inglese con i bambini che partecipavano ai campi estivi del Wall Street Institute. Abbiamo intrapreso un viaggio, un’avventura chiamata scoperta, gioco, curiosità, condivisione, acqua, terra, fango, insetti, sassi, pesci…una di quelle esperienze che non si dimenticano questa. Una di quelle giornate che ti trasformano: da guida diventi tu in prima persona il principiante che deve essere “guidato”; come direbbe un esperto romanziere è come se da condottiero ti trasformassi in soldato di fanteria. Perchè in realtà sono loro, i più piccoli, che ti insegnano a guardare come solo loro sanno fare, a vedere cose che la ragione, il senso del dovere e il “lavoro” offuscano, non solo ma in realtà ti mettono sempre alla prova e tutto diventa più faticoso e soddisfacente al tempo stesso, perchè a loro le cose non possono essere raccontate come dicono i libri, ci vuole un altro linguaggio. Quindi ancora grazie ai miei compagni di viaggio, al Parco Fluviale dell’Alta Val d’Elsa che ci ha ospitati e al Wall Street Institute, è stata una bellissima escursione!!!